Come stiamo? Al via la ricerca-azione

Tre workshop tra Ivrea, Caluso e Valperga

Nell’ambito del Progetto “Canavese Comunità Competente” nelle prime settimane del mese di marzo saranno organizzati tre workshop che coinvolgeranno i giovani canavesani (età 15-22 anni) in una ricerca-azione.

I tre incontri si terranno:

Ivrea, 8 marzo, ore 16.00-19.00
presso il Centro Famiglie FILO (Via Ravaschietto 31)

Caluso, 12 marzo, ore 14.30-17.30
presso il Convitto Carlo Ubertini (Piazza Mazzini, 4)

Valperga, 14 marzo, ore 14.30-17.30
presso il CIAC “Pietro Cinotto” (Via Mazzini 80)

La ricerca ha l’obiettivo di rilevare le opinioni dei giovani canavesani sul loro stato di benessere/malessere e di indagare le loro opinioni, le cause e le forme che assumono il malessere psicologico e il disagio mentale. Le informazioni ottenute saranno utilizzate per comprendere meglio il fenomeno e migliorare la capacità di risposta dei servizi territoriali.

La ricerca rappresenta il primo passo di un progetto più ampio, che raccoglierà i risultati del workshop per progettare laboratori e percorsi finalizzati a:

  • fornire occasioni e strumenti per aumentare il benessere dei giovani canavesani (laboratori)
  • combattere lo stigma sociale che ostacola l’emersione del disagio mentale e la richiesta di aiuto
  • migliorare la capacità di risposta dei servizi (aggancio e percorsi di trattamento).

Obiettivi specifici

  • rilevare le percezioni sullo stato di benessere/malessere dei giovani del territorio
  • approfondire le rappresentazioni del disagio mentale giovanile e delle sue cause
  • rilevare le loro opinioni su quanto servirebbe ai giovani per stare meglio

Modalità di svolgimento

Durante il workshop, della durata di circa 3 ore, i/le partecipanti saranno invitati/e a condividere liberamente le proprie opinioni in relazione all’oggetto di indagine attraverso l’impiego di tecniche e metodi partecipati. L’incontro coinvolgerà circa 20 giovani di età compresa tra i 15 e i 22 anni e sarà condotto da due ricercatrici professioniste dell’Istituto di ricerca Ecletcica+ di Torino in collaborazione con due operatori (educatori) territoriali. Ai partecipanti sarà chiesto semplicemente di esprimere le loro opinioni confrontandosi tra pari all’interno di un contesto protetto grazie alla presenza dei moderatori che guideranno la conversazione. Non sarà necessario, né richiesto, raccontare la propria esperienza personale.

Per ragioni metodologiche le conversazioni in piccolo gruppo verranno registrate e trascritte integralmente, subito dopo i file audio verranno cancellati e i dati saranno riportati in modo da garantire l’anonimato. La partecipazione è volontaria e non è previsto alcun compenso per i/le partecipanti. L’adesione alla ricerca lascia inalterata la possibilità di ritirarsi in qualsiasi momento senza alcuna conseguenza per Suo/a figlio/a (il tutelato/a). I dati raccolti saranno trattati esclusivamente per scopi scientifici.


Per informazioni più specifiche:

Sara Rolando (responsabile scientifico) rolando@eclecticapiu.it
Gaia Cuomo (ricercatrice) cuomo@eclecticapiu.it
Telefono: 0114361505